SEI IN > VIVERE UDINE > CRONACA
articolo

Pordenone: tentata rapina in banca, fermato un 61enne

1' di lettura
36

Fermato dalla polizia il presunto autore della tentata rapina a mano armata commessa il 25 ottobre ai danni della filiale di Banca Intesa di Pordenone

Gli agenti della Squadra Mobile della Questura di Pordenone hanno fermato un uomo di 61 anni originario della Calabria ma di fatto senza fissa dimora, individuato quale autore della tentata rapina a mano armata commessa lo scorso 25 ottobre presso la filiale della Banca Intesa San Paolo di via Mazzini. Le indagini hanno permesso di raccogliere una serie di gravi indizi nei confronti dell’uomo, già gravato da numerosi precedenti penali specifici, e già autore nel luglio 2020 di un’analoga rapina commessa a Conegliano; fatto per il quale era stato arrestato all'epoca e scarcerato lo scorso agosto.

Il 61enne era stato ripreso a volto scoperto dalle telecamere della banca. Dopo alcuni giorni di ricerche, lo scorso lunedì l’uomo è stato localizzato all’interno di un hotel a Mestre e sottoposto a perquisizione. La comparazione tra alcuni capi d’abbigliamento rinvenuti nella sua stanza e quelli riprese dalle telecamere della banca e della zona, oltre ad ulteriori riscontri investigativi, e la circostanza che l’uomo fosse, di fatto, senza fissa dimora e solito spostarsi su tutto il territorio nazionale, ha indotto il pm ad emettere un fermo d’indiziato di delitto nei confronti dell’uomo, che è stato portato in carcere a Pordenone. Nella giornata del 2 novembre il gip ha convalidato il fermo disponendo la custodia cautelare in carcere.



Questo è un articolo pubblicato il 02-11-2023 alle 16:54 sul giornale del 03 novembre 2023 - 36 letture






qrcode